• Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • YouTube Social  Icon

© 2019 Conoscere il narcisismo

ninja
19 mag 2018

Cose che non capisco

5 commenti

Ciao a tutti! Ho terminato da un mese la relazione con il mio narcisista straniero durata quasi 2 anni, abbiamo convissuto un po' e stavamo per sposarci quando ho finalmente trovato il suo disturbo mentale ed ho deciso di lasciarlo, anche se non volevo, ho deciso di far vincere la ragione sul sentimento perché l'amore da solo non basta, servono anche il rispetto, la fiducia, il benessere generale.

Comunque c'è una cosa che non mi spiego: lui spesso diceva di avere paura che io morissi. Cosa vuol dire? Qual è il senso? Aveva paura di non saper gestire la sua rabbia e uccidermi lui stesso?

Non mi ha mai picchiata, però ha minacciato di farlo in maniera indiretta.

Inoltre, all'inizio della relazione, ogni tanto diceva di essere un infame, spietato e crudele. Perché questa sorta di lucidità? Ovviamente quando lo diceva non c'erano ancora state cose strane per cui io dovessi dubitare. Infatti inizialmente mi sentivo arricchita dalla relazione, migliorata, pensavo a lui ma non in modo ossessivo. Credo che la mia dipendenza affettiva sia stata indotta dal momento che lui ha iniziato a mettere in atto i "mitici" schemi del silenzio.

reisilenze1003
21 mag 2018

Ciao Ninja, be' hai fatto benissimo a lasciarlo, se non ti ha mai picchiato ma in qualche modo ti aveva fatto capire che poteva succedere hai fatto molto bene ad allontanarti, una domanda come hai fatto a capire che era un narcisista? Vorrei parlare del mio caso, ma sono un po' confusa, perché non sono ancora sicura che lui sia un narcisista o pure no! Ho visto che voi tutte che partecipate in questo forum avete avuto più o meno storie di anni, la mia non si può chiamare una relazione vera e propria, va avanti da 6 mesi con tira e molla, ma questa cosa mi sta facendo impazzire perché non riesci a inquadrare a questo uomo, a capire cosa vuole...

ninja
21 mag 2018

Grazie per la risposta!

Nel mio caso, inizialmente cambiava umore e personalità all'improvviso, soprattutto sotto stress, e pensavo che fosse bipolare inizialmente, ma i sintomi non coincidevano, soprattutto aveva scatti d'ira assurdi improvvisi. Soltanto dopo averlo lasciato ho capito che li aveva quando non facevo quello che lui voleva facessi. Perciò pensavo fosse borderline, ma c'era ancora una cosa che mancava e cioè gli schemi del silenzio. Quando mi è capitato su YouTube un video sul narcisismo ero sotto shock perché le storie Delle altre assomigliavano alla mia. Come si comporta nei tira e molla? Ha altri comportamenti strani? Non permettergli mai di trattarti male o mancarti di rispetto

silviastevani1979
25 mag 2018

"Aveva scatti d'ira quando non facevo quello che lui voleva", come è vero!

ninja
25 mag 2018

Una volta mi ha urlato al telefono "Non fai mai quello che ti dico di fare" ed è lì che mi è scattato qualcosa nella testa che mi diceva "questo non è normale!"

lublog
6 giu 2018

Buongiorno.

Vorrei far notare che spesso le cose che vuole il narcisista in modo diverso le vogliono tutti.

 

Attenzione. Cura. Fare ciò che si chiede o si dice. Presenza. E in relazioni intime un Po tutti aspirano ad essere il centro della vita del partner.

 

Per il narcisista viene detto che tutto questo è fonte di approvvigionamento di energia.

Ma credo siano cose che danno energia a tutti.

Tutti noi se abbiamo accanto chibcibda quelle cose sentiamo energia. E ne siamo nutriti.

 

Per questo ho osservato sia la tendenza narcisistica. Sia il modo con cui viene descritta.

A mio avviso è fuorviante descrivere quello che vuole il narcisista. Perché in generale lo vogliamo tutti.

 

La discriminante è come lo vuole. Questo approvvigionamento. Che ripeto per quello che osservo serve a tutti.

 

Il narcisista per esperienza personale ... vuole. Ma non da. O meglio. Fa finta di dare. O all'inizio da. Ma non lo fa per condividere. Condividere vuol dire dare a gratis. Il narcisista può essere la persona più generosa al momento. Ma tutto ciò che offre lo offre per avere un ritorno. Di solito un guadagno. Mai una perdita.

 

D'altra parte molti di noi usano espressioni tipo

"Con quello che ho investito..."

"Con tutto quello che ho fatto per te..."

Sono espressioni involontariamente usate che hanno dentro una radice "economica" del rapporto.

Dare e avere.

 

A mio avviso non ci rendiamo ancora conto quanto essere nati in questa realtà pesantemente guidata dall'economia vi renda tutti schiavi del pensiero contabile.

 

La persona "normale" per come la vedo io tende a un bilancio in pari. Dare. Avere.

Il narcisista è una multinazionale che massimizza il profitto a discapito di tutti. Anche se investe molto il suo guadagno sarà massimo.

 

La persona extra. Al di fuori di queste logiche è colei che crede che amare sia donare. A gratis. Senza voler per forza un ritorno. Perché ... gode nel dare.

Ma non gode nel farai massacrare. Ne gode nel vedere che la persona accanto ad essa gode solo nel prendere. O nel commercio dei sentimenti.

 

Questo in sintesi è ciò a cui sono arrivato dopo... un Po di esperienze.

I post più recenti
  • elenavillani73
    ott 15

    Ciao a tutti...mi chiamo Elena...sto passando un periodo bruttissimo della mia vita...matrimonio...lavoro.. amici famiglia...non c'è più niente che mi dia gioia...piu niente che funzioni...io non so se la persona a cui ho permesso di ridurmi così sia un narcisista patologico ...ma tante delle cose che mi sono successe nell ultimo anno mi portano a pensare che sia così...mi vergogno e mi sento ferita , sono furente con me stessa per essermi lasciata ridurre in questo stato ...ho perso dieci chili nel giro di 6 mesi...ma questo sarebbe niente in confronto alla sensazione di essere una barca alla deriva senza ragioni di vita...e alla consapevolezza di non avere nessuno con cui poter condividere quello che sento...devo andare a letto ...sveglia alle 5.30...e spero di dormire...tornerò domani per raccontare la mia storia...spero di essere accolta...spero che raccontare mi aiuti e aiuti ch sta provando questo dolore....grazie ...buonanotte...a presto ...
  • Viki Ders
    set 29

    cos penso? che sto male, mi sono fatta del male da sola, ho peccato di presunzione, che a distanza di 9 anni, essendo io diversa, lo avrei potuto legare a me, non so perché ne ho sempre provato un'attrazzione strana, forte, una carica sessuale diversa, ma lui è sempre lo stesso, anzi piu' agguerrito di prima, e fattore non secondario, sembra ancora legato alla ex, che spero abbia ritrovato, grazie a me, da potermi liberare definitivamente, per il resto della mia vita. spero solo di non doverne sapere piu' niente, mai piu', che almeno questa volta da lassù mi aiutino.Non voglio mai piu' sapere nulla di lui, da vivo o morto. In fondo non è chiedere tanto. sono solo disperata, la mia solitudine, non accenna ad abbandonarmi, essere sempre single, ed attrarre solo morti di sesso, mi ha decisamente sfiancata. Vorrei tanto una persona al mio fianco e stare bene. Non so com'è!
  • Tiziana Germani
    set 11

    Buonasera a tutti...volevo condividere con voi la mia storia durata purtroppo ben dodici anni e finita il primo di settembre con uno scarto da parte mia ma ovviamente manipolato da lui...essendo una storia davvero pesante (carcere,malattia,ospedale...) chiedo il permesso perché avrei un gran bisogno di sentirmi compresa in questo momento per me così terribile ma allo stesso tempo temo sia un po' "forte" pur tacendo per pudore e rispetto la parte riguardante la violenza fisica...grazie se mi si consente ed un abbraccio a tutte voi...